Divieto di discriminazione PDF Stampa E-mail

...per i lavoratori disabili
Un dipendente, affetto da disabilità e destinatario dei benefici previsti dalla legge 104/1992, era stato adibito a uno sportello di un ente, in modo continuativo e non saltuario, operante in turni di straordinario, compensati direttamente dai privati. Lo stesso, però, era stato escluso dalla turnazione, in maniera ingiustificata dall'ente, nonostante ricoprisse le stesse mansioni di tutti gli altri addetti al medesimo servizio. La Corte di cassazione lavoro, con l'ordinanza n. 14075/2020, ha condannato l'ente nei gradi di merito per aver applicato una condotta discriminatoria nei confronti di un proprio lavoratore disabile affermando che «il principio di parità di trattamento comporta che non può essere praticata alcuna discriminazione in pregiudizio delle persone con disabilità.
Si ha discriminazione diretta quando, per motivi connessi alla disabilità, una persona è trattata meno favorevolmente di quanto sia, sia stata o sarebbe trattata una persona non disabile in situazione analoga».

 

Link consigliati

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Abarto SEO SEO
Adami Mementa SEO hjemmeside