Indennità sostitutiva per mancato godimento delle ferie PDF Stampa E-mail

La Cassazione interviene nuovamente sull'argomento...
La Corte di cassazione lavoro con l'ordinanza n. 7696/2020, ha analizzato il caso di un lavoratore che aveva chiesto la corresponsione dell'indennità sostitutiva per periodi di ferie non goduti. Con riferimento al ruolo che ha il dipendente è stata fissata questa massima: «Il lavoratore che agisca in giudizio per chiedere la corresponsione della indennità sostitutiva delle ferie non godute ha l'onere di provare l'avvenuta prestazione dell'attività lavorativa nei giorni a esse destinati, atteso che l'espletamento dell'attività lavorativa in eccedenza rispetto alla normale durata del periodo di effettivo lavoro annuale si pone come fatto costitutivo dell'indennità suddetta, risultando irrilevante la circostanza che il datore di lavoro abbia maggior facilità nel provare l'avvenuta fruizione delle ferie da parte del lavoratore».

 

Link consigliati

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Chi è online

 9 visitatori online
Abarto SEO SEO
Adami Mementa SEO hjemmeside